Odi di Alfio

Le Odi di Alfio 

Il venerdì del rappresentante

Finalmente Venerdì ! A Venere dedicato
Giorno così tanto sospirato!
Sulla strada che a casa torna
lunga colonna di motorizzate corna
al vento, a mo’ di colorate bandiere
garriscono festose e menzognere!
Ramificate in cornetti, cornini e cornoni
sulla testa di noi poveri coglioni
che tempo fa, in chiesa la stangata
ricevemmo dalla dolce metà impalmata
Premurosa or ella s’appressa all’amplesso notturno
Sussurrando: “Vieni  amore, godi, oggi è il tuo turno!”

Inferno e Paradiso

I tuoi capelli sul cuscino
i tuoi occhi sull’infinito
le narici che fremono
la bocca dischiusa
il seno scoperto
il ventre che ansima
le mani che cercano
le gambe che offrono
ed io ai tuoi piedi
con l’inferno in corpo
e il paradiso nel cuore

 

Il mio Giorno  (ieri, oggi, domani)

Ieri

Ti sei appena destata
E vedo l’alba nel tuo sorriso
Se grigia è la giornata
Io vedo il sole nel tuo viso

E quando del vespro odo i rintocchi
Io vedo l’oro del tramonto nei tuoi occhi

Oggi

Finalmente un altro cagnolino hai trovato
finalmente finita è questa mia agonia!
della tua prigionia ora mi son liberato
e questa splendida giornata è soltanto mia.

E quando la notte, dolce e stellata verrà
mi farò una pippa, finalmente godendo in libertà.

Domani (purtroppo)

Se anche in Paradiso tu mi cercherai
per rinnovare affetti per me tristi e precari
cosa ci disse il prete, certo te lo ricorderai!
testualmente lo rammento “Finchè morte non vi separi”.

      

L’opera di Dio più bella

Signore Ti ringrazio per la Tua più splendida meraviglia

La Donna

Da Te pensata come madre,sorella, amante, amica e figlia.

Ma Satana, principe di tutte le doglie

ce la ricicla e ce la vende solo come moglie

Alfio Del Cherico

 

E un meraviglioso dolcissimo vento che tanto ci aiuta a ben navigare in questo frenetico, astrale oceano che chiamano vita, vi porti all’Isola, quindi a tutti voi naviganti del web, il saluto del mare:

Vento in Poppa!